Vigor Conegliano vs Pall. Ormelle 78-48 (18-12; 44-20; 68-33)

Vigor Conegliano: De Martin 5, Bellese 2, Faoro 20, Da Re 2, Dal Cero 17, Zara 1, Senchyshyn 2, Bologni, Bensammar, Paoletti 6, De Carlo 6, Mutton 17. All. Guzzonato.

Pall. Ormelle: Doria 2, Pivetta 5, Sari 2, Marcat 5, Toldo 7, Zanet 8, Presottin, El Aonfi, Celante 1, Oliva 3, Ochian, Donadi 15. All. Dalla Villa.

Note: Conegliano TL 17/21, T3pti 7 (3 Dal Cero, 2 Paoletti, 1 De Martin, 1 Faoro), fallo tecnico a Faoro, antisportivo a Bensammar. Ormelle TL 12/22, T3pti 2 (Donadi e Oliva), fallo tecnico a Marcat.

Arbitri: Sanson e Grava.

Con l’inizio del mese di novembre e la chiusura della prima triade di partite ufficiali cominciano ad esserci le condizioni per un primo mini-bilancio di questa prima parte di campionato dell’Under 17 Gold in cui i ragazzi hanno cominciato a conoscersi e a trovarsi in campo.

Intanto stiamo parlando di un bilancio positivo perché alle vittorie nelle amichevoli precampionato sono seguiti i tre successi nelle altrettante uscite ufficiali, dando preziose indicazioni a coach Guzzonato sui punti di forza e di miglioramento della nostra compagine. Al difficile, ma vittorioso incontro contro Montebelluna alla prima di campionato, sono poi seguiti due match quasi fotocopia con Paese ed Ormelle dove, se da una parte il referto rosa è stato ampiamente giustificato da punteggio largo, dall’altro sono serviti a capire dove i ragazzi possono ancora migliorare per affrontare al meglio le sfide future.

Come a Paese, anche con Ormelle la Vigor ha avuto un avvio di partita abbastanza incerto, in cui è servito tutto il primo quarto per trovare le contromisure utili a fronteggiare gli avversari che, seppur inferiori sul piano fisico, hanno fatto valere tecnica e velocità d’azione, mettendo in difficoltà la nostra squadra. Ecco… questi inizi di partita possono sicuramente essere interpretati diversamente e migliorati nell’approccio perché non esiste partita e avversario che si possa sottovalutare o che si possa battere senza sudare ogni punto. In questo senso, sarà importante il lavoro di coach Guzzonato potrà fare per migliorare la preparazione emotiva con cui scendere sul parquet e la tensione con cui andare ad ogni palla a due.

Vero è che alla fine della fiera, la partita con Ormelle è stata vinta per 78-48, ma il 18-12 del primo quarto non recita la fatica che il coach ha dovuto profondere per trasmettere la giusta consapevolezza ai suoi giocatori! In realtà dopo aver trovato la quadra, poi i ragazzi hanno iniziato ad essere più sciolti, pian piano hanno ritrovato se stessi, il gioco e quindi i punti utili a creare un gap consistente che ha toccato il suo massimo vantaggio sul 68-33 a fine terzo quarto, conseguito facendo valere la nostra maggior altezza sotto canestro  e la miglior capacità nell’uno conto uno, con numerosi falli guadagnati dai vigorini che hanno presto messo in difficoltà le rotazioni di un Ormelle che non ha comunque mai mollato presa, insistendo con penetrazioni continue, che in certi casi hanno bucato la nostra difesa.

Andremo quindi ad affrontare lo Spresiano nel prossimo turno di campionato con molte certezze e consapevoli del nostro potenziale, ma provando ad essere più determinati fin dai primi minuti. Un altro punto di forza che è emerso in questi primi incontri e ritrovato anche lunedì sera è stata la profondità della panchina, da cui il coach ha attinto in più occasioni per provare soluzioni diverse e con attori diversi, traendo preziose indicazioni per future occasioni in cui sarà necessario il contributo di tutti per portare in porto la vittoria.

Appuntamento quindi a Spesiano martedì 15 novembre alle ore 19:15 per un nuovo impegnativo test e con la voglia di non mollare la testa della classifica.

Forza ragazzi
Forza Vigor!

R.M.