Vigor Conegliano vs Pall. Castelfranco 1952 81-75 (20-22; 44-37; 63-54)

Vigor Conegliano: Faldon 6, Dalle Crode, Negro 2, Meneguz 31, Casagrande, Senchyshyn 4, Rebuli 6, Mazzotto 1, Dalto 2, Paoletti 23, Armellin 6, Bellese. All. Guzzonato.

Pall. Castelfranco 1952: Casagrande 3, Cinel 13, Marangoni 2, Simeoni, Scremin 6, Agnolin 9, Reginato 12, Ceccato, Stocco 4, Seregni Collini 20, Bergamin 6. All. Gomiero.

Note: Conegliano TL 20/29, T3pti 1 Paoletti. Castelfranco TL 19/26, T3pti 2 (Cinel, Agnolin). Usciti per falli Marangoni, Agnolin, Reginato e Seregni Collini, tecnico a Seregni Collini.

Arbitri: Trinca e Chavarro.

Meritato epilogo per la compagine di coach Guzzonato.
Sono passati due anni complicati, tra defezioni, fermo dell’attività, allenamenti nei campetti parrocchiali… ed un gruppo da ricostruire e rimotivare. Il nostro coach è riuscito a creare una bella amalgama tra ragazzi 2007 e 2008, a farli crescere tecnicamente e a tener sempre viva in loro la voglia di allenarsi e di giocare. Ed i risultati si sono visti. Dopo un’ottima annata, questo epilogo entusiasmante. Prima la semifinale contro Riese, e poi questa finalissima contro il team di Castelfranco.

È stato proprio un bel finale di stagione. Un sabato pomeriggio con un folto pubblico sugli spalti, una perfetta organizzazione (grazie al sempre disponibile Catta), con un’atmosfera elettrizzante (grazie Alberto per la musica ma soprattutto per la presentazione delle squadre). Tutto questo è stato un primo premio per questa squadra. E poi questa bella vittoria dopo una partita combattuta e ben giocata da ambo le squadre. I nostri ragazzi sono stati bravissimi a non farsi prendere dall’emozione, difendendo con intensità ed attaccando con attenzione.

Che non sarebbe stata una passeggiata lo si è capito fin dai primi minuti di gara: Castelfranco ha iniziato a comandare nel punteggio, mantenendo un vantaggio variabile tra i 2 e i 5 punti. Così è stato per tutto il primo quarto, chiuso 25-20 a favore dei castellani, ma anche per buona parte del secondo. I nostri atleti, però, sono stai molto bravi a rimanere sempre a ridosso degli avversari, non permettendo che ci fosse un vera e propria fuga. Così, dopo aver ben contenuto la sfuriata iniziale della squadra ospite, la Vigor si è organizzata a dovere, riuscendo non solo a ricucire lo svantaggio, ma anche a creare un piccolo margine, chiudendo il secondo quarto avanti di +7, sul 44-37. E’ stato questo il break decisivo, perché da qui in poi Castelfranco non è più stata in grado di recuperare.
Anzi!! Al rientro dagli spogliatoi i nostri ragazzi hanno ampliato ulteriormente il divario, toccando anche il +14, ma concedendo agli avversari un parziale recupero in finale di terzo quarto, terminato sul 63-54.

I protagonisti della partita della Finale Provinciale

Nell’ultimo quarto del match, Guzzonato & C. erano ben consapevoli che ci sarebbe stata un’inevitabile reazione ospite e che la gestione della gara sarebbe passata anche per il controllo nervoso ed emotivo delle forze in campo. In effetti, la squadra della città del Giorgione si è prodigata in uno sforzo enorme che in più occasioni l’ha portata molto vicino alla Vigor nel punteggio, riaprendo, così, più e più volte la partita. Ma è sempre stata respinta da nostri fondamentali canestri, realizzati nei momenti più opportuni. Canestri che hanno stoppato ogni velleità di recupero. In questa fase si è vista la maturità mentale del gruppo, capace di non cedere alla tensione degli ultimi minuti, in una storia parzialmente già sperimentata nella semifinale con Riese, quando l’ampio margine costruito nel terzo quarto è stato sapientemente gestito fino alla conclusione delle ostilità. D’altronde, vista la posta in palio, era prevedibile che Castelfranco non mollasse e lottasse fino alla fine. Una squadra, quella di Castelfranco, che, non a caso, una settimana prima si era guadagnata il pass per la finale battendo in trasferta l’Olimpia Sile, ossia niente meno che la vincitrice sia del campionato regolare che del girone di seconda fase. Tuttavia, negli ultimi minuti della finale di sabato, i castellani hanno pagato i numerosi falli spesi durante l’intera partita nello sforzo di fermare le innumerevoli penetrazioni a canestro dei vigorini. Infatti, pian piano, diversi giocatori del quintetto base sono usciti per 5 falli, tra cui un giocatore incappato anche in un fallo tecnico. Segnale della tensione e della voglia di Castelfranco, a cui si è contrapposta la freddezza mentale Vigor!

I protagonisti della vittoria!

E poi l’apoteosi con la sirena finale che ha fissato il punteggio sul 81-75 ed è concisa con la gioia del numeroso pubblico accorso a riempire le intere tribune del Palavigor, compresa una folta pattuglia di tifoseria ospite, tanto calorosa quanto corretta. Da qui in poi, i fatti parlano solo di una festa immensa: in campo, negli spogliatoi e nel dopo gara con la maxi cena organizzata dentro al palazzetto, in un clima di gioia e soddisfazione generale anche perché il campionato affrontato quest’anno dalla Vigor Under 15 si scrive Silver, ma di fatto si legge Gold.

Gold perché tutte le formazioni provinciali di più o meno spessore, dopo due anni di pandemia, hanno scelto di iscriversi alla categoria Silver, evitando le incognite di un campionato Gold ricco di trasferte in tempi di restrizioni e di incognite legate al Covid. Gold come d’oro è il valore al risultato raggiunto dalla nostra squadra, considerando anche che parte degli effettivi sono giocatori del 2008, appartenenti all’Under 14, a cui auguriamo fortemente di ripetere le gesta già vissute con i compagni della Under 15. Gold come il colore della medaglia che ci siamo sudati, guadagnati e in cui abbiamo sempre creduto!

Forza ragazzi

Forza VIGOR, sempre!

M.R. & R.M.