E’ proprio un peccato, perdere una finale di un solo punto! E’ quello che è successo ieri pomeriggio alla squadra under 14 della Pallacanestro Treviso (ex Benetton). Perché ci interessa tanto? E’ presto detto:

da 24 anni a questa parte, nel periodo che va dal Natale a San Silvestro, Francesco Benedetti (ds delle giovanili della Reyer), organizza con molta maestria, il “Memorial A. Zanatta”, un ragazzo trevigiano, amante della pallacanestro, brutalmente assassinato dalla ex fidanzata che a sua volta si è tolta la vita. Con gli anni è diventato un appuntamento fisso per le migliori squadre italiane. Una sorta di preludio alle finali nazionali di giugno.

Sono stati molti i giocatori che hanno trovato in questo memorial il primo gradino di una scala diretta al successo. Ricordiamo tra i tanti talenti: Luigi Da Tome, Daniel Hackett e adirittura Danilo Gallinari!

Come tutti gli anni, anche la pallacanestro Treviso è stata invitata a questa kermesse presentando una squadra assemblata da  giocatori provenienti dal Treviso Basket, Basket Oderzo e Vigor Conegliano. I nostri due “PORTA COLORI” sono stati Filippo Dalto e Matteo Armellin. Filippo e Matteo hanno così avuto l’opportunità di confrontarsi con le migliori compagini italiane. Nel loro piccolo hanno contribuito a raggiungere la finalissima del Taliercio. I Bianco verdi, per raggiungere l’ultima partita contro la Virtus Siena, hanno dovuto sbarazzarsi della Virtus Padova, Sebastiani Rieti, Blu Orobica e in semifinale dell’Olimpia Milano

In mezzo: Matteo e Filippo

Un gran lavoro per i due giovani coaches Xelle e Saccardo veramente bravi a dare un’impronta di gioco nonostante i pochi allenamenti fatti tutti insieme. Possiamo dire che la nostra provincia, a livello giovanile, fa ancora la sua bella figura regalando al movimento trevigiano soddisfazioni e probabilmente anche talenti!

Buon anno a tutti