Cos’ha portato Babbo Natale alle squadre della nostra C Silver? A chi carbone, a chi i tanto desiderati regali. A chi il referto giallo, a chi il referto rosa. A chi nulla, causa rinvio della partita. Iniziamo come di consueto dal girone Est

E iniziamo come sempre, dai nostri ragazzi, che si sono portati in spogliatoio il referto rosa ed altri due punti che permettono di stare in scia alla capolista e mettono un altro piccolo gap sulle terze in classifica. Vittoria molto discussa dal BVO, che ha lasciato strascichi di polemiche, ammende e squalifiche, ma che non “sporcano” il merito dei fioi di coach Fuser. Come già scritto, a Caorle va dato comunque il merito di essere rimasta attaccata sempre alla partita e mostrato per lunghi tratti il proprio lato migliore.

Resta ancora sola in vetta Pieve che, dopo metà gara ad inseguire un’ancora incerottata Ormelle priva di Mattiello e Galli, con la solita gragnuola di triple ha poi ribaltato le Serpi nel terzo quarto. Serpi che si sono poi riavvicinate fino al -3, salvo capitolare nonostante un 4/4 di nuovo vincente.

A quota 8, a far compagnia alla squadra di Romanin, sale anche la sempre più rediviva Feltre. Il peggio sembra decisamente essere passato per i Pipistrelli, che tornati al completo inanellano la terza vittoria consecutiva. Sempre più isolati in fondo alla classifica i veneziani di Martellago/Lido, fermi a due punti. Tiene in bilico la classifica Spresiano, che ha rinviato il match col Litorale Nord, ma che deve recuperare anche quello con il BVO. Per questo risulta ben definita la situazione solo in cima ed in fondo, mentre nel mezzo c’è, e ci sarà, sempre più bagarre!

Basket Pieve ’94 vs Pall. Ormelle

Abbastanza simile è la situazione anche nel girone Ovest, dove in testa veleggia un terzetto ormai consolidato ed in fondo resta il solo Petrarca. I giovani patavini hanno comunque rischiato il colpaccio, il famoso testacoda, mettendo in seria difficoltà il PlayBasket che a Gozzano ha avuto la meglio con soli 4 punti di vantaggio. È servita tutta l’esperienza del totem Crosato per evitare a Rubini un panettone un po’ più amaro.

Ma anche le altre due fuggitive hanno faticato eccome per portare a casa i due punti. Contro Salzano, che nelle ultime sei giornate ha vinto una sola partita, San Bonifacio l’ha spuntata con le “torri gemelle” Damiani/Accordi sopra le righe. Ai “bolliti” va dato adito d’aver ritrovato lo spirito combattivo dei tempi migliori, che tornerà buono alla ripresa.

Altavilla ha si è invece affidata al solito Fox ed a Campiello per avere la meglio sul BAM. Sotto anche di 15 lunghezze, i ragazzi di Anselmi hanno avuto il merito di restare sempre lì. Chissà che Babbo Natale, la Befana oppure i Re Magi portino loro un po’ di fortuna.

Sorprende invece Roncaglia, che espugna Resana e resta attaccata al treno per il girone Gold. In fuga fin dal primo quarto, la squadra di Penso si è così guadagnata la quarta piazza solitaria. Anche qui, però, la lotta per l’ultimo posto in ascensore per tentare la salita resta agguerritissima!

Si è concluso così questo 2021 cestistico.

Nella speranza che la cura dei controlli ed il rispetto delle regole continuino a permetterci di divertirci col nostro sport preferito anche nel 2022, auguro a tutti i baskettofili un buonissimo Natale ed un sereno – perché di serenità ne abbiamo tutti tanto bisogno – Anno Nuovo!

Buon basket a tutti!