Vigor Conegliano vs BVO Caorle 85-68 (16-20; 51-31; 68-55)

Vigor Conegliano:
D’Este 7, Casagrande 2, Ronca 20, Piovesana 6, Michelin 10, Marsura 5, Tintinaglia 19, Bosco, Primicerio, Lenti Ceo 3, Bariviera, Zanchetta 13. All. Fuser.

BVO Caorle:
Mazzarotto 17, Gerotto, Tamassia 5, Rubin 15, Toffolo, Chakir 2, Demarchi 19, Tourn 6, Pauletto, Tronchin, Battiston 4. All. Zorzi.

Note:
Conegliano TL 26/38, T3pti 13 (4 Tintinaglia, 3 Ronca, 2 Michelin, 1 Marsura, 1 Lenti Ceo, 1 Zanchetta). Caorle TL 14/18, T3pti 6 (4 Rubin, 1 Demarchi, 1 Tourn), usciti per falli Demarchi, Tourn, Tronchin. Doppio fallo tecnico all’allenatore ed espulsione, espulsione di Chakir, tecnico a Demarchi, antiosportivo a Toffolo e Tronchin.

Arbitri:
Baldo e Chignola.

Il secondo Natale di quest’epoca pandemica sarà un po’ più dolce per i tifosi della nostra Vigor! Saranno stati i colori biancorossi tanto cari al nostro Babbo dalla Lapponia, ma i ragazzi domenica ci hanno fatto un gran bel regalo! La vittoria su un coriaceo BVO, che è valsa il secondo posto in solitaria in scia al Basket Pieve, ci ha portato una slitta carica di positività e di fiducia per il futuro. Se non altro, per quello cestistico.

Come da aspettative settimanali, la contesa è stata tutt’altro che una passeggiata. Il gap abbondante di fine gara non deve ingannare. Dopo pochi minuti di gioco non avremmo neanche potuto solo lontanamente immaginare come sarebbe andata poi. A dirla tutta, neanche i ragazzi di coach Zorzi. A dirla tutta tutta, coach Zorzi non avrebbe proprio immaginato di vedersi quasi tre quarti di gara dallo spogliatoio.

Uno vs uno di Luca Lenti Ceo

Ma dopo una prima frazione in cui gli ospiti hanno mostrato tutto il loro potenziale offensivo, l’atletismo e la tenacia ed organizzazione difensiva, sono poi sprofondati in un conflitto nervoso e verbale con la coppia in grigio. Un vortice che ha portato ad allontanarsi prematuramente dal campo per l’appunto Zorzi ed in seguito Chakir. Un vortice che dopo 10 minuti di sofferenza – in cui si è raggiunto anche il -8 – ha improvvisamente iniziato a soffiare nelle vele della squadra di casa.

Dopo l’aggancio ed il sorpasso procurati da un Tommy Tintinaglia in gran spolvero, non c’è più stata storia o quasi. Il parziale di 35-11 del secondo quarto ha ammazzato la partita, o quasi.

O quasi perché al rientro dagli spogliatoi dopo la pausa lunga, carichi di falli e di rabbia, i caorlotti sono sempre e comunque rimasti in partita. Anzi, ci hanno provato seriamente a rientrare, fino al -10. Ma le defezioni sopraggiunte proprio per i falli commessi hanno fatto il resto.

Resto che include anche un’altra buona serata di Ronca, oltre ad un redivivo Tobe Zanchetta sotto i tabelloni. Ed un lavoro di squadra che ha dato frutti sia in attacco – contro “uomo” e “zona” – che in difesa, sempre ad aggredire.

Tobia Zanchetta in difesa

Saranno dunque delle festività un po’ più rilassate e rilassanti per tutti, giocatori e staff.

Coach Fuser, soprattutto, potrà gustarsi il panettone fino all’ultimo candito senza il rischio che qualche brutto pensiero glielo faccia andare di traverso. Non resta dunque che ringraziare i nostri ragazzi per questa soddisfazione! Non resta che augurare a tutti Voi un sereno Natale ed un buon inizio d’Anno Nuovo!

Bravi fioi!

Forza Vigor!