Anche la sesta giornata di campionato non ha risparmiato emozioni ai propri followers. Emozioni ovviamente contrastanti, di gioia e delusione, con poche sorprese e tanto amaro in bocca. Sì, perché in entrambi i gironi i “colpacci” sono stati soltanto sfiorati e poi sfuggiti sul più bello. O quasi.

Ne sappiamo qualcosa noi, che per oltre metà partita abbiamo dovuto rincorrere i giovani del Lido-Martellago, giunti a Conegliano senza timore e senza guardare la classifica. Bravi i nostri a reagire per tempo e ad evitare un testa-coda pericoloso in vista del testa-a-testa di domenica prossima. Anche Pieve, dopo una battaglia punto a punto in quel di Spresiano, è riuscita ad evitare in volata il capitombolo contro la squadra di coach Cadorin, che ritrovava finalmente anche Giovanni Pagotto. Il ritorno di Gioppa non è però bastato a contrastare la seratona di Dal Bello, che ha permesso ai pievigini appunto di mantenere il primato in condominio in classifica. Molto combattuto anche il derby litoraneo tra Cavallino e Caorle, con questi ultimi a condurre per quasi tutto il match ma senza mai riuscire a piazzare l’allungo decisivo. Nonostante il +10 di inizio 4° quarto, la squadra di casa ha avuto nelle mani di Luca Martignago la tripla del 69 pari ad una manciata di secondi dalla sirena ma la palla si é spenta sul ferro. Senza Mattiello e Galli, ha avuto non poche difficoltà Ormelle a vincere in quel di Feltre. Coach Scanu, grazie al recupero di qualche giocatore dalla lista infortunati, ha visto sfuggire presto l’avversario ma l’orgoglio ha tenuto sempre e comunque la squadra di casa in scia, tuttavia senza trovare mai l’aggancio. Sempre più a suo agio Di Prampero tra le Serpi, che con una doppia doppia appena sfiorata per punti e assist ha condotto i suoi al referto rosa ed al secondo posto solitario in classifica. Classifica che inizia ad allungarsi ora, con le due litoranee a far da ponte tra la zona playoff e quella playout.

Nuovo Basket Feltre vs Pallacanestro Ormelle

Diversa è invece la situazione nel girone Ovest, dove a comandare è addirittura un terzetto, in fuga con 4 punti di vantaggio sulla quarta. La prima, per differenza canestri e vantaggio negli scontri diretti è Altavilla. Altavilla che è uscita vittoriosa solo dopo un supplementare dal parquet di Salzano. Nella sfida tra grandi veterani, Campiello e i Pressanto hanno avuto la meglio sui vari Vit, Jovancic, Delle Monache, Laganà e Riccardo Serena, grazie ad un’altra super prestazione del capocannoniere del girone Kendrick Fox. Ha vinto non senza tribolare anche San Bonifacio, di misura su Roncaglia. Nonostante qualche assenza, il Sambobasket ha trovato in Leo Croce la guida per uscire indenne da un percorso più tortuoso del previsto contro i padovani. Percorso invece agilmente asfaltato dall’ultima capolista PlayBasket, che con cinque giocatori in doppia cifra ha superato di slancio Resana. Sempre sotto nel punteggio, i castellani hanno definitivamente capitolato nell’ultima frazione. A consolarli, una quarta piazza solitaria in graduatoria. Tra le inseguitrici per i playoff, ha infine fatto un piccolo salto in alto il BAM, vincitrice nel derby col Petrarca grazie soprattutto a Meneghetti. Per coach Anselmi, però, sono piovute due tegole pesanti come gli infortuni di capitan Pippo Sabbadin e Bonetto, dei quali si attendono risvolti.

Nel prossimo weekend verrà giocato l’ultimo turno di andata del girone. Siamo dunque al giro di boa, con due situazioni ancora tutte da definire. Con squadre che ancora devono trovare un proprio equilibrio, con infortuni ed infortunati che vanno e vengono. Con pronostici che si rivedono di settimana in settimana, ma con classifiche che come detto iniziano finalmente a definirsi.

Come sempre, restate dunque sintonizzati!

Buon basket a tutti!