Basket Spresiano vs Vigor Conegliano 65-70 (17-16; 30-31; 47-57)

Basket Spresiano: Borgo, Manfrin, Massarotto 3, Lorenzetto2, Fontebasso, Pozzobon, Natolio 3, Pin 3, Fabbris 2, Tonello 2, Riboni 40, Gobbo 10. All. Sepe.

Vigor Conegliano: Faldon, Dalle Crode 4, Rebuli 10, Armellin 2, Meneguz 13, Casagrande 1, Maso, Negro 9, Mazzotto 6, Dalto 4, Paoletti 17, Bellese 4. All. Guzzonato.

Note: Spresiano TL 19/57; T3pti. 1 Riboni, usciti per falli Borgo, Manfrin, Massarotto, Tonello e Gobbo. Conegliano TL11/39; usciti per falli Armellin, Meneguz, Paoletti, Rebuli e Bellese.

Arbitri: Malagò e Malagò.

Finalmente si torna a giocare! Prima partita di campionato dopo un anno e mezzo per i nostri under 15 (coadiuvati dai più giovani under 14).

Nel primo quarto, i ragazzi partono contratti e non riescono ad abituarsi al metro arbitrale, che punisce il gioco fisico di entrambe le squadre. La partita si gioca punto a punto, con tanti errori da ambedue le parti. Ben presto, più di qualche giocatore si ritrova già con due falli, e coach Guzzonato è costretto a numerose sostituzioni.

Anche nel secondo tempo, le molte chiamate arbitrali spezzano il gioco e non permettono ai nostri ragazzi di trovare un giusto ritmo. Si continua a giocare punto a punto (30-31 alla fine del secondo quarto).

Al rientro dall’intervallo, la musica cambia. Il coach ha ben catechizzato la squadra, affinché tutti prestino attenzione alla fase difensiva, senza eccedere nel contatto fisico o nel cercar di rubare palla, cose costantemente punite dagli arbitri nei primi due tempi. La squadra, così, riesce a prendere ritmo e a creare un buon margine, anche di 14 punti.

Nell’ultimo quarto, gli avversari cercano di farsi sotto, impegnando i nostri con continue penetrazioni in aerea, spesso premiate da falli subiti. Così, diversi giocatori si ritrovano gravati di 5 falli, e il coach si trova con rotazioni obbligate. Ma tutti i ragazzi tengono bene il campo e riescono a gestire il vantaggio. Solo nei minuti finali, complice anche una poca gestione del tempo e la voglia di correre dei nostri, gli avversari si avvicinano nel punteggio. Alla fine arriva una meritata vittoria.

Buona partita, soprattutto nella seconda metà. Bravi i ragazzi che hanno saputo adattare la difesa al metro arbitrale: anche questa è esperienza.

M.R.