Una delle mie poche qualità è quella di avere una memoria da elefante. Riesco a ricordarmi nel tempo la maggior parte dei ragazzi che hanno calcato il parquet (prima ancora, il plasticone) del PalaVigor! Purtroppo vuoi per pigrizia o semplicemente per una questione di priorità della vita, non sono tantissimi i ragazzi che hanno avuto l’opportunità di confrontarsi ad alti livelli. Ma la cosa più bella è che a tutti siamo riusciti a innestare il “tarlo” della pallacanestro, la buona frequentazione dei campetti estivi ne è la riprova. E’ innegabile quindi che, quando uno dei nostri ragazzi riesce ad emergere, ne siamo estremamente orgogliosi e felici!

Lorenzo Piccin è uno di questi. Con la sua proverbiale caparbietà unite alle sue attitudini tecniche, è riuscito a conquistare la fiducia di coach Menetti ed a “costringerlo” ad inserirlo nelle rotazioni della serie A già prima dei 18 anni!

Ora, ne ha 19 ed ha concluso il suo percorso scolastico al Liceo Marconi quindi libero mentalmente e concretamente da qualsiasi pensiero e vincolo. Per i dirigenti ed i tecnici del Treviso Basket è arrivato il momento di suggerirgli di provare una esperienza diversa per incrementare così il suo minutaggio. Le proposte sono state parecchie tra squadre di A2 e di serie B. Picio ha scelto la Sebastiani Rieti che quest’anno milita in B laziale; queste sono state le sue prime dichiarazioni:

Ho accettato il trasferimento alla Sebastiani perché lo considero un ulteriore step di crescita, in una società che punta in alto e che ha tutte le credenziali per valorizzare anche chi, come me, fa parte del pacchetto degli under. Aver esordito in serie A mi ha dato più consapevolezza, ma so che di strada da fare ce n’è ancora tanta: a Rieti hanno allestito una squadra di primissimo livello dove gli obiettivi da raggiungere sono chiari a tutti. Non vedo l’ora di cimentarmi in questa nuova esperienza, confidando nella presenza del pubblico sugli spalti”.

Come vedete il “bimbo” ha le idee chiare e non sembra per niente intimorito nell’allontanarsi dal nido di casa di mamma Daniela e papà Mirco e tantomeno nel confrontarsi per la prima volta da protagonista in un campionato senior! La formula dell’ingaggio a Rieti è di prestito annuale, Treviso Basket continuerà a monitorarlo!

In bocca al lupo Lollo!