E’ stato come fossimo al primo giorno di scuola. Ma caspita, non è passato un secolo dall’ultima volta che ci siamo visti! Saluti, abbracci, sorrisi, battute…stiamo parlando del raduno della prima squadra di ieri sera!!! Era appena la prima decade di luglio quando ci siamo salutati mica secoli fa… anzi, con qualcuno ci siamo incrociati anche dopo, al campetto, ma, cosa volete che vi dica, l’effetto dell’esordio stagionale e sempre un qualcosa di magico! Devo dire con molto piacere che, la maggior parte dei ragazzi, li ho trovati fisicamente in forma. Il loro entusiasmo, ieri sera, era visibile, la loro voglia di ricominciare era palese, e quindi …partiti!

Saranno due gare speciali per me” - mi confida il capitano Luca Marsura- “sto parlando del derby con il Pieve, sai li ho fatto un bel po’ di anni anche da capitano, e adesso, me li trovo contro…”. Penso che mi troverò bene qui - ci rivela invece AntonioTotaro, uno dei neo acquisti - “siete tutti carinissimi, organizzati e premurosi, non vi deluderò”. “L’anno scorso ho lasciato qualcosa in sospeso - dichiara Matteo Michelin - “Quest’anno voglio poter esprimermi come so fare, l’ambiente mi aiuterà”!

“Per me, far parte della prima squadra, mi gratifica un sacco”-
commenta il millennials Roberto Piovesana - “ L’anno scorso mi sono affacciato timidamente, quest’anno parto con l’intento di migliorare cercando così di dare, per quanto posso, il mio umile apporto alla squadra”. “Questo gruppo (1^ squadra ndr), adesso, è un puzzle cui i tecnici dovranno essere bravi a comporre, senz'altro non mi deluderanno!” - ci dice il Presidente Luca Tintinaglia - “a compito finito sarà un capolavoro”!


E’ un gruppo sostanzialmente giovane - ci ricorda il DS Marco Breda - e come tutte le squadre giovani sarà soggetta a degli alti e bassi, ma noi saremo pronti a supportarla, sdrammatizzando quando le cose andranno male e smorzando facili entusiasmi quando le cose andranno bene”.  E’ la squadra che ho voluto, sono i giocatori che cercavo e sono sicuro che con loro lavoreremo molto bene” - afferma coach Alberto Fuser - “Abbiamo in programma, per il momento, tre amichevoli che mi aiuteranno a capire quale sarà il grado di preparazione”.

E dopo i convenevoli iniziali, subito a sudare in campo. Sono state due ore faticose perché le prime stagionali, se non altro son servite per smaltire qualche tossina accumulata in questo periodo. Ma, per addolcire la pillola, ci ha pensato la società…a fine allenamento un po’ di cibarie per reintegrare le calorie perse e per bagnare l’ugola non solo con l’acqua…!


Me par ben…