Non è facile trovare le giuste parole e leggendo credo che anche a voi mancheranno. Non sarà facile riassumere in queste poche righe quel che Gianni, in dodici anni, ha fatto per la nostra Vigor. Ma ci proviamo.

Credo che, più di dodici anni fa, non sia stato innanzitutto facile per lui accantonare il tanto amato calcio in favore della pallacanestro ma la condizionante passione del figlio Mattia e le lusinghe degli amici già facenti parte del mondo della palla a spicchi han fatto il “miracolo”.

Fortunatamente per la nostra società, dal tavolo a bordo campo come “segna punti” Gianni è in poco tempo passato alla scrivania della sede diventando il presidente Francescon, ma per tutti sempre Gianni.

Forse nemmeno immaginava, a quei tempi, in quale genere di avventura si stesse imbarcando. O forse sì. Fatto sta che da quando il “pres”, Gianni non ha più lesinato neanche la minima energia per la sua Vigor.

Dobbiamo dirlo, Gianni per la nostra Vigor ha fatto un lavorone! Attorniandosi delle persone giuste, vecchie e nuove, ha infatti dato il via ad un processo di rilancio e di rinnovo tutt’ora in corso.

Gianni lo apprezziamo per le sue mille qualità; una persona generosa, positiva, rassicurante. Non ha mai prevaricato nessuno ed interveniva in maniera decisa solo quando era sicuro al 100% della sua ragione per difendere gli interessi della società. Un uomo VIGOR insomma, che da subito ha sposato i progetti e la filosofia del nostro sodalizio che è quello di creare sì dei giocatori ma nel contempo anche far crescere i ragazzi in un ambiente sano ed aggregante.

Dal parquet alle scrivanie della sede, pian piano è stata creata una struttura solida che oggi rappresenta tutta la Conegliano cestistica.

In questi dodici anni, stagione dopo stagione, è stata diffusa una nuova cultura del lavoro e dell’appartenenza alla famiglia Vigor. Cultura che ha contagiato tutti, dal Mini Basket alla Prima Squadra e che ha dato soddisfazioni, coi risultati conseguiti, ad atleti, genitori e sostenitori.E non parlo di soli risultati sportivi.

Gianni ha dunque tracciato una strada che ora qualcun altro, ne siamo sicuri, proseguirà.

La nuova guida che con certa ed uguale dedizione trainerà la Vigor ed il movimento cestistico coneglianese verso un’ulteriore crescita verrà comunque affiancato dalla presenza e dall’esperienza di Gianni, sia chiaro.

I crescenti impegni lavorativi, infatti, non gli impediranno di continuare a bazzicare i corridoi ed il parquet del Palazzetto.

Once a Vigor, always a Vigor.

Once a president, always a president!

Per il passato e per il futuro, grazie di tutto Gianni!