Virtus Murano vs Serie C Gold

 

Virtus Murano: Chiorri 8, Cagnoni 5, Stransbury 3, Petteno 9, Cresnar 14, Foltran, Tosi 3, Magnanini 4, Scarpa, Stanziani 7, Sambucco 7, Freguja. All. Ferraboschi, Bettera, Torcellan.

AMB Vigor Conegliano:Vendramelli 2, Alberti 5, Alpago 11, Bortolini 8, Marsura 5, Moro 1, De Lucchi 5, Piccin, Favalessa, Bosco, Camisotti 2, Michelin 2. All. Fuser, Francescon, Boscarato.

Arbitri:Maculan e Toffano.

Note: Murano TL 9/15, T2pti 18/40, T3pti 5/20 (2 Chiorri, 1 Cagnoni, 1 Petteno, 1 Tosi). Conegliano TL 6/9, T2pti 13/40, T3pti 3/19 (Alpago, Bortolini, Marsura).

“Mi sono stufato di leggere ogni settimana gli articoli di Bicio in cui son scritte sempre le stesse cose!”. [Cit. Alberto Fuser]

Nulla di personale nei miei confronti, me l’ha detto poi. Ma non serviva lo dicesse, già lo sapevo. È stato solo uno sfogo a caldo in un post partita. Dopo aver immaginato, ancora una volta per venti minuti, un post partita finalmente diverso.

Il coach, però, aveva ragione. Ha ragione!

È stufoso e non ha senso star qui a ripetere ancora una volta le stesse cose.

“Peccato”. “Abbiamo giocato venti minuti alla pari con una squadra dal maggior potenziale”. “Siamo poi inspiegabilmente crollati”. “Ci aspettano delle finali”. “La salvezza è ancora lì”.

I ragazzi, lo staff, la società, noi tutti sappiamo guardare la classifica e giocare e scommettere coi numeri. Ho la sensazione, però, che alle volte si perda la reale percezione delle cose. Sì, perché stiamo comunque facendo esattamente quel che ci eravamo prefissati di fare. Per cui non c’è motivo a) per preoccuparsi, b) per i musi lunghi, c) per agitarsi.

Perché il primo obiettivo, ovvero evitare la retrocessione diretta, è lì ad un passo. Perché per il secondo obiettivo, ovvero salvarci a mezzo play out, abbiamo ancora tre carte da giocare. Perché anche l’obiettivo più alto, ovvero la salvezza diretta, è ancora raggiungibile.

Quel che è successo prima del 31 Marzo, ormai è successo. Quel che ci siamo appunto prefissati, otto mesi fa ed anche più, è ancora cosa fattibile. Questi siamo, con questi soldati lotteremo! E questi soldati, di voglia di lottare, ne hanno!

Star qui a pensare che con altre prestazioni, altri risultati, a quest’ora potremmo esser magari già salvi, può creare solo frustrazioni inutili. Calare d’entusiasmo, dentro e fuori dal campo, dalla panchina alla tribuna, alle prime difficoltà che ci sorprendono dal ventunesimo al quarantesimo minuto di partita e portarsele dentro nei giorni a seguito non serve a nulla.

Il gruppo c’è, la potenzialità pure. Qui nessuno snobba l’obiettivo. Nessuno è qui per partecipare. I ragazzi ci credono, ma forse non hanno ancora le spalle larghe, la scorza, il carattere per avere la meglio in alcuni momenti di difficoltà su un avversario inaspettato: la propria testa. E allora non pensiamo a tutto quel che è successo finora, alle sfighe, agli infortuni, agli errori.

Siamo giovani!

Dobbiamo nutrire la fiducia e l’ego di squadra di entusiasmo e positività, fino all’ultimo istante della stagione! Pensiamo a correre, a divertirci giocando il basket che sappiamo giocare. La testa andrà da sè. I risultati poi… li vedremo a fine mese!

Forza fioi!

Forza Vigor!

0
0
0
s2sdefault