Vigor Conegliano: Michelin 8, Zanchetta 2, Piovesana, Casagrande 4, Marsura 3, Tintinaglia 10, Solfa 2, Bosco 4, Modolo, Bortolini 14, Simeoni 11, Totaro 8. All. Fuser, Francescon, Guzzonato.

Basket Spresiano: Fossa, Morandin 2, Lena 7, Pozzebon, Colladon, Ardit 10, Benzon 4, Gomirato 6, Fava 1, Barzan 10, Bordignon 2. All. Rossi, Lazzari.

Arbitri:Sandu e Zanelli.

Note: Conegliano TL 5/6, T3pti 6 (3 Simeoni, 1 Tintinaglia, 1 Casagrande, 1 Marsura). Spresiano TL 7/11, T3pti 1 Ardit, antisportivo a Lena.

Mamma mia che Vigor!

Brillante, dinamica, aggressiva, sicura. Una Vigor che non si vedeva dalla vittoria di Salzano. Una Vigor, credeteci, ancora più bella. Chi non l’ha vista, non sa cosa si è perso! Una Vigor possibile, che è riuscita ad esprimere tutto il proprio potenziale. Contro un avversario orfano di uno dei propri migliori giocatori, ma pur sempre un avversario dotato di fisico, esperienza e talento a sufficienza.

Coach Rossi, guida giovane ma preparata di un gruppo ambizioso, le ha provate tutte. Ha alternato difese a uomo e zona fronte pari, ha chiesto forte pressione sugli esterni, ha ruotato quintetti e combinazioni, ma nulla ha potuto contro questa Vigor. Senza Basso, con Pozzebon in serata di disgrazia, offensivamente ha avuto a disposizione le vampate di Barzan, Ardit e Gomirato, ma senza la continuità necessaria per tenere il passo dei nostri. Più che il passo, direi la corsa. Sciolta, con un ritmo alto e pressoché costante.

Al comando, a trascinare tutti i compagni, il gruppo dei ’98. Bortolini, Simeoni, Casagrande e Michelin. Tanto per darvi un’idea, quest’ultimo sul +24 a poco più di un minuto dal termine, ancora pressava e sradicava la palla dalle mani del portatore avversario lanciando poi in contropiede il giovane Bosco. Questa è la mentalità giusta, quella che ho invocato in svariati commenti post partita.

La mentalità che mercoledì sera ci ha permesso di dare subito l’inerzia giusta alla partita e di spezzarla già nel terzo quarto. Pronti, via ed è arrivato il primo parziale: 6-0 con Bortolini e Tintinaglia. Reazione di Spresiano, altro parziale: 5-0 con Michelin e Simeoni.

Terminato il primo quarto sul +8, abbiamo subito l’orgoglio di Barzan che ha ridotto il vantaggio a 4 lunghezze. Tripla di capitan Marsura, tripla di Simeoni: 23-13. Quattro punti dalla lunetta degli avversari, poi bomba col fallo di Casagrande, due tiri liberi di Bortolini e Zanchetta in chiusura di quarto.

Parziale di 8-2 rassicurante +12 all’intervallo lungo.

Ma in principio di terzo periodo c’è stato il break che ha messo in ginocchio Lena e compagni. In quattro minuti, Spresiano in bonus con 4 falli di squadra e 8-0 con 4 punti di Bortolini e 4 di Totaro: +20. Sulla sirena di fine quarto, la terza tripla di Simeoni ha fissato il +22.

L’ultimo periodo è poi partito con un nuovo 4-0 costruito in proprio da Michelin: +26.

Tripla di Ardit, altro 5-0 con Simeoni e Tintinaglia: +27.

Un’escalation inarrestabile.

Con Gomirato Spresiano ha limato lo svantaggio fino a venti lunghezze, ma con i millennials in campo ed un’intensità ancora altissima abbiamo chiuso orgogliosamente sul +24. Tutto bellissimo!

Bello da crederci, eccome! Bello per crederci e continuare su questa lunghezza d’onda.

Per andare domani ad Altavilla con la convinzione che la vittoria sia un obiettivo raggiungibile. Così come i playoff. Indipendentemente dai risultati degli altri, con le nostre forze!

Forza fioi!

Forza Vigor!

0
0
0
s2sdefault