Una sorpresa, un po’ per tutti. Una novità spiazzante, ma allo stesso tempo elettrizzante.  Un entusiasmo che ha conquistato tutti e che promette di conquistare ancora. Sotto tutti i punti di vista.

Dal punto di vista delle società e da quello degli staff. Dal punto di vista del campo e da quello della tribuna. Dal punto di vista degli atleti e da quello dei mini atleti. Dal punto di vista dei tifosi e da quello dei genitori.

Quella di martedì scorso è stata per tutti una serata da ricordare. Il PalaVigor così gremito lo si è visto solo nelle occasioni speciali. E di occasione speciale infatti si trattava. Vedere i propri beniamini anche solo allenarsi è stato per oltre trecento persone, grandi e piccole, un evento emozionante. Emozionante, vogliamo credere e ne siamo piuttosto convinti, anche per chi lo ha vissuto dal campo. Dei professionisti, abituati ad arene ben più numerose, si sono trovati avvolti da una cornice raramente vista prima.

Uno di loro poi, cresciuto cestisticamente e non solo su questo parquet, è stato letteralmente travolto dall’affetto di tutti. In campo c’era il Treviso Basket, quello della serie A.  Quello guidato da coach Menetti, con capitan Imbró e tutti gli altri. Fotu, Parks, Cooke, Nokolic. Tessitori, Chillo, Uglietti, Severini, Alviti. E lui, il nostro Lollo Piccin. In tribuna bimbi festanti e genitori/tifosi sorridenti. I nostri atleti delle giovanili attenti, lì a cercare di imparare, di far propria ogni skill dei propri beniamini. Quelli che la pallacanestro la spiegano per davvero.

Coach Menetti a tratti ha faticato a far sentire la propria voce in mezzo a tutto quell’entusiasmo. Coach Menetti anche lui sotto osservazione da parte del nostro staff tecnico. E dalla nostra prima squadra. Insomma, dentro e fuori quel rettangolo c’eravamo proprio tutti.

Ma una cosa, non meno importante di quella avvenuta sul parquet, è avvenuta nei corridoi, nella sala riunioni della nostra sede.

Alla presenza del D.G. Giovanni Favaro, del D.S. Andrea Gracis, del Responsabile del Settore giovanile trevigiano Alessio Collanega, del nostro presidente Luca Tintinaglia, del nostro vice-presidente Stefano Fabris e del nostro dirigente decano Carlo Cattarin, ci sono state le firme che hanno trasformato un semplice evento nell’inizio di un lungo - ci si augura - ed entusiasmante - senz’altro- percorso da condividere tra le due società: TVB Next.

Treviso Basket e Vigor, collaboreranno infatti in ambito tecnico e sportivo al fine di promuovere la pratica del nostro splendido sport in ambito giovanile.

Lavorare con i giovani, con i nostri giovani. Dare la possibilità ai più talentuosi di poter emergere, facendo crescere tutti. Senza setacciare. Con ambizione, ma senza negativa competitività. Uno sguardo al futuro, dunque, che si presta a coinvolgere un movimento sempre maggiore.  Questa è e sarà la nostra mission.

La Vigor è pronta.

E tutto l’entusiasmo visto in palestra martedì non ha fatto altro che rinforzare quelle che per noi erano già delle certezze. Grazie Treviso Basket! Grazie a chi si è dato da fare in questi mesi per dar vita a tutto questo. Per dar vita, per molti giovani, ad un vero e proprio sogno. Sperando che ci possa esser presto un nuovo Lollo Piccin!

Forza Vigor!

Forza TVB!