Vorremo sempre che la vita dei nostri cari genitori fosse in eterno. Ma il Signore, quando decide di chiamarli a se, rimaniamo impotenti e basiti; e non ci sono parole che possano lenire l’immenso dolore che siamo costretti a vivere!

La situazione sanitaria causa l’epidemia del Coronavirus, ha bloccato il mondo in tutte le sue sfaccettature. Lo sport ed in particolarmondo il Basket, ha avuto ed avrà delle conseguenze soprattutto nei nostri comportamenti. Anche se il contesto appare decisamente migliorato rispetto a due mesi fa, non possiamo certo cantar vittoria. Come ben sapete, la pallacanestro è uno sport di contatto e quindi, per i virologi, ad alto rischio di contagio. La Vigor, tramite il suo Presidente Luca Tintinaglia, ha voluto emanare questo comunicato che sintetizza l’attuale contesto:

In questo terribile momento che stiamo vivendo c’è modo anche di gioire e guardare al futuro.

L’assist… ce lo concede il piccolo Cesare che stanotte si è affacciato al mondo! Ne danno l’annuncio papà Marco e mamma Benedetta.

La parola più bella sulle labbra del genere umano è “Madre”, e la più bella invocazione è “Madre mia”. È la fonte dell’amore, della misericordia, della comprensione, del perdono. Ogni cosa in natura parla della madre.

Formazione, psicologia, nutrizione e soprattutto, tanto basket. Il Comitato regionale Fip Veneto, in collaborazione con l’Università di Padova, lancia “On-Air Ball”, un percorso formativo a sei tappe dedicato agli allenatori, istruttori Minibasket, preparatori fisici, genitori  e dirigenti.