Under 15 Gold vs Basket Salzano

 

AMB Vigor Conegliano: Soncin 6, Baccichet 1, Rinaldi Lor. 4, Breda 6, Zoppas, Albanese 3, Ceneda 25, Dal Bianco 1, Modesti 10, Dimitrijevic 2, Scudeller. All. Francescon, Sala.

Basket Salzano: Stangherlin, Borsetto, De Zuani 17, Bortolato 4, Sartori 13, Foglia, Rigiotti, Mapalaia 2, Favaro 10, Bortolato, Pamio 18. All. Zangrando, Sartori.

Arbitri: Dalle Vedove e Cazzolato.

Note: Conegliano TL 20/35, T3pti 2 (Soncin e Modesti). Salzano TL 16/25, T3pti 4 (De Zuani, Bortolato, Sartori, Pamio), usciti per falli De Zuani e Foglia, tecnico alla panchina.

Doveva essere la rivincita contro una squadra che all’andata ci aveva già battuti ed invece i due punti sono finiti nuovamente nelle mani dei nostri avversari. E’ stata una partita strana, giocata sull’otto volante con andamento altalenante da una parte e dall’altra.

Il primo quarto è da dimenticare con un parziale di 3 a 22 in favore di Salzano, ma quello che più lascia perplessi sono i soli 3 punti a referto in 10 minuti, 3 punti messi a segno su tiri liberi e zero canestri dal campo. Nei due minuti di sospensione coach Francescon sistema un po' le cose e al rientro in campo si assiste ad un’altra partita.

Ora sono i nostri avversari ad essere in difficoltà mentre i nostri ragazzi giocano a tutta e all’intervallo lungo il risultato ci vede addirittura in vantaggio con il punteggio di 28 a 27. L’intervallo lungo però smorza la nostra trans agonistica e dà modo ai ragazzi veneziani di riprendersi.

Al rientro in campo infatti Salzano riaccelera e passa nuovamente a condurre portando il vantaggio fino ad un massimo di 12 punti. Nel finire di periodo però i ragazzi di casa hanno un sussulto d’orgoglio e si riavvicinano fino a -5 sul punteggio di 38 a 43.  Negli ultimi 10 minuti della partita non riusciamo proprio ad essere precisi e grazie a qualche palla persa, qualche canestro di troppo sbagliato da sotto e con i tiri dalla lunga distanza che proprio non vogliono saperne di entrare, diamo modo ai nostri avversari di tenerci a distanza di sicurezza.

L’ultimo sussulto la partita lo regala nell’ultimo minuto di gioco; i nostri avversari sono avanti di otto punti, ma messi sotto pressione perdono in pochi secondi due palloni che riusciamo a concretizzare con 4 bei punti. Manca orami una manciata di secondi e riusciamo a recuperare l’ennesimo pallone: con qualche passaggio veloce liberiamo un nostro giocatore che dall’angolo tenta un ultimo disperato tiro da tre. Come detto prima però, oggi, purtroppo, non era la giornata dei tiri dalla lunga distanza ed anche questo ultimo tentativo si infrange beffardamente sul ferro mettendo definitivamente fine alla partita, prima degli ultimi 2 tiri liberi avversari che fissano il punteggio finale sul 58 a 64.

Sapevamo che Salzano era una squadra forte e fisica (non per nulla è seconda in classifica) e proprio per questo i nostri fioi avrebbero dovuto iniziare la partita con una diversa concentrazione e con maggior cattiveria agonistica. Se si inizia una partita con un parziale di 3 a 22 in favore degli avversari diventa veramente difficile poi riuscire a ribaltare il risultato.

Purtroppo è una cosa che succede troppo spesso di iniziare una gara e di trovarci sempre a rincorrere gli avversari con dispendio di energie fisiche e mentali. Speriamo che questo venga assimilato e compreso in fretta perché anche oggi se l’inizio della partita fosse stato un po' diverso forse saremo qui a raccontare un finale diverso. Peccato!

Ora dimentichiamo in fretta questa sconfitta perché già mercoledì ci aspetta un’altra difficile trasferta a Spinea, dove grinta e determinazione non dovranno entrare in campo dall’undicesimo minuto di gioco…ma 50 minuti prima dell’inizio della partita…e quindi già nel riscaldamento.

Forza Vigor.

0
0
0
s2sdefault