Serie C Gold vs Basket Bassano

 

AMB Vigor Conegliano: Vendramelli15, Alberti 24, Michelin, Alpago 10, Cosmo, Bortolini11, Moro 5, De Lucchi 7, Marsura, Piccin, Tintinaglia 11, Camisotti 6. All. Fuser, Francescon, Boscarato.

Oxigen Bassano: Tersillo 8, Da Campo 10, Gaijc13, Basso, Pellecchia, Valente, Fiusco, Milovanovikj 4, Filoni 7, Agbamu7, Bargnesi 10, Bogliardi18. All. Papi, Gallea, Neri.

Arbitri: Parisi e Tramontini.

Note: Conegliano TL 16/22, T2pti 29/47, T3pti 5/13 (2 Tintinaglia, 1 Vendramelli, 1 De Lucchi, 1 Moro). Bassano TL 17/27, T2pti 21/45, T3pti 6/15 (3 Bogliardi, 2 Bargnesi, 1 Gaijc), antisportivo a Fiusco e a Gaijc.

Quaranta minuti da Vigor per tornare finalmente alla vittoria.
Quaranta minuti da Vigor per una vittoria importantissima contro una diretta rivale per la salvezza.
Quaranta minuti da Vigor per far entrare dalle porte del palazzo una corposa boccata d’aria fresca. Per i ragazzi e per chi è vicino a loro, almeno cinque giorni su sette. Con la testa, ben di più.

Bassano andava battuta, senza “se” e senza “ma”. Bassano è stata battuta e non è stata una passeggiata. Gli “Under” di coach Papi si sono confermati una miscela ostica di atletismo e sfrontatezza, ma, a differenza dell’andata, si sono trovati di fronte una Vigor diversa, rinnovata e solida. Si sono trovati di fronte la Vigor, punto.

Dopo una settimana di lavoro intensa, capitan Marsura & Co. hanno portato in campo tutta l’intensità e la concentrazione necessarie ad ottenere il referto rosa. Diversamente da quanto accaduto con Jadran e Udine, per tutti i quaranta minuti. Tant’è che dopo trenta di equilibrio, a cedere nel quarto finale sono stati i giovanissimi ospiti.

Nei primi tre quarti, infatti, si sono viste due squadre brillanti, dinamiche, che si sono combattute senza esclusione di colpi e concedendo reciprocamente qualche distrazione, costringendo i due coach a chiamare time-out per cercare rimedi o chiavi diverse per avere la meglio sull’avversario. Tutto inutile.
I mini strappi sono stati talvolta recuperati, da Bargnesi piuttosto che da Alberti e Alpago, e si è oscillati sul massimo vantaggio di 2 punti, da una parte piuttosto che dall’altra.

Dalla seconda metà del primo quarto, abbiamo finalmente visto all’opera il nostro nuovo #20, accompagnato in campo dal calore del pubblico che da diverso tempo non vedeva una tale proporzione di chili e centimetri in maglia biancorossa. E Camisotti non si è di certo fatto tradire dall’emozione. Al contrario, ha trasmesso subito sicurezza tirando giù rimbalzi e raccogliendo i primi punti, con Da Campo ed Agbamu in seria difficoltà a muoversi nel pitturato.

Vendramelli ed Alberti, confermando d’essere i due principali terminali offensivi, hanno tenuto ben stretta per mano la squadra in questi trenta minuti, ma il break decisivo nell’ultimo periodo è arrivato grazie ai redivivi Bortolini e Alpago.
I due novantottini, con penetrazioni e tiri liberi, hanno improvvisamente dilatato il vantaggio da 5 a 14 punti e messo in ginocchio gli avversari.

Oddio, la reazione a dire il vero c’è anche stata, ma il canestro di Filoni che ha dimezzato lo svantaggio ospite non ha scalfito la sicurezza acquisita ormai dai nostri ragazzi che hanno così condotto in porto i due punti.

Un però, a dirla tutta, c’è.
La differenza canestri è rimasta a favore dei bassanesi. Sarebbero infatti serviti 17 punti di margine per ribaltare il risultato dell’andata, ma ci siamo fermati a 12.
Peccato!

Detto ciò, dobbiamo riconoscere la prova d’orgoglio fornita dai fioi di coach Fuser. Dopo un paio di prestazioni assai poco convincenti, dopo una vittoria sfiorata a Riese, dopo una difficoltosa vittoria contro l’ultima della classe, dopo un filotto di 5 sconfitte, hanno di nuovo portato sul parquet lo spirito giusto.
Aggressivi, positivi, in fiducia. Equilibrati, vecchi e nuovi. Finalmente.
Si tratta ora di non perdere più questo trend. Con questa mentalità dovremo cercare di sbancare anche il PalaFrassetto domenica prossima.

Con questa mentalità, torneranno le soddisfazioni!
Anche di scrivere e leggere questi commenti, appunto.

Forza fioi!

Forza Vigor!

0
0
0
s2sdefault