Serie C Gold vs Garcia Moreno Arzignano

 

AMB Vigor Conegliano: Vendramelli 7, Michelin 4, Moro 10, Cosmo 12, Alberti 12, Tintinaglia 11, Piccin, Modolo, Alpago 3, Zanchetta, Bortolini 6, Bosco. All. Fuser, Francescon, Fardin.

Garcia Moreno Arzignano: Vencato 14, Caridi 14, Zambonin 8, Quadrelli 6, Ronzani 6, Lenti Ceo 12, Pasqualin, Gonzo 2. All. Nobile.

Arbitri: Tramontini e Lamon.

Note: Conegliano TL 24/24, T2pti 16/43, T3pti 3/21 (Vendramelli, Tintinaglia, Alpago). Arzignano TL 5/10, T2pti 24/55, T3pti 3/18 (2 Vencato, 1 Lenti Ceo), uscito per falli Caridi, antisportivo a Quadrelli.


Babbo Natale ci ha pensato su fino all’ultima sirena. I due punti avrebbe potuto regalarli ad una sola squadra e decidere chi, tra Vigor e Garcia Moreno, fosse più meritevole di un regalo così importante è stata una scelta piuttosto ardua e sofferta.

Da una parte i padroni di casa, reduci da 5 sconfitte di fila e mazziata da una serie di infortuni e sfortune che in un mese poco più avevano fatto scomparire tutte le certezze maturate sul campo in avvio di stagione. Dall’altra gli ospiti, ancora al palo nella casella delle vittorie e arrivati al PalaVigor in otto ma tutti volenterosi di provare a fare il miracolo.

In via Filzi 34, però, non è accaduto nulla di paragonabile al Miracolo sulla 34ª strada. Ma ci è mancato poco. Sul più bello Babbo deve aver simpatizzato ed optato per i colori biancorossi, esattamente quelli del Natale. Fortunatamente, quelli della Vigor!

È così successo che, sul vantaggio di +3 in favore dei ragazzi di Fuser, la preghiera uscita dalle mani di Lenti Ceo dai sei e settantacinque non abbia raggiunto il fondo della retina scacciando così l’incubo di un altro supplementare - dopo quello di Jesolo - e tutti i fantasmi già citati nelle cronache precedenti. La Vigor è tornata alla vittoria!
Per Arzignano, un altro pezzetto di carbone.

Una vittoria sofferta, senz’altro più del dovuto, contro una squadra che il carbone, diciamocela tutta, non se lo sarebbe proprio meritato perché ha dato tutto per quaranta minuti distribuendo gli sforzi su sette atleti che non hanno mai permesso ai nostri di involarsi verso i due punti, nemmeno una volta raggiunto il vantaggio in doppia cifra.

Cosmo e compagni, d’altro canto, dopo aver perso la presa salda sulla partita, non si sono comunque fatti prendere dal panico, reagendo e lottando fino all’ultimo tiro ospite disturbato dalla difesa di Tintinaglia.

Nel momento topico della gara, dopo aver dilapidato 11 lunghezze di vantaggio raggiunte a metà del quarto finale, dopo aver visto Lenti Ceo sbagliare prima due tiri liberi che avrebbero sancito l’aggancio e segnare poi la tripla di tabella che aveva portato i vicentini sul -1 con 28” da giocare, ci ha pensato Moro. Indossati barba bianca, abito e cappello rossi con stivali e cintura neri, il nostro imprevedibile MM7 ha infatti piazzato il canestro che è valso poi il tanto sospirato e atteso referto rosa, ovvero quel regalo sotto l’albero che tutta la famiglia Vigor non vedeva l’ora di scartare!

Cos’è successo nei 39 minuti e 32 secondi precedenti? Potrei raccontarvelo, sì, ma preferisco focalizzarmi sulla gioia ricomparsa finalmente sui volti dei ragazzi. Sul sorriso e sul sospiro di sollievo tirato da coach Fuser - nonché dalla sua compagna in tribuna, ne sono certo - e dallo staff. Sull’esultanza del pubblico che, capendo il momento delicato della squadra, le si è stretto attorno e l’ha abbracciata a fine gara augurandole un buon Natale e che, finalmente, il peggio sia passato.

Abbiamo dunque chiuso al meglio questo 2018 che ha portato grandi soddisfazioni e grandi cambiamenti, ora pensiamo all’anno nuovo ed a portare avanti questo giovane progetto con serenità e fiducia rinnovate!
Aspettiamo il ritorno in campo ormai imminente di capitan Marsura, che purtroppo coinciderà col ritorno allo studio di Zanchetta.
Aspettiamo che dall’infermeria arrivino notizie nuovamente positive.
Aspettiamo che i nostri giovani continuino a crescere, lavorando con sempre maggior intensità e mentalità.
Aspettiamo, di conseguenza, che la qualità del gioco migliori ulteriormente e che gli interpreti possano sempre divertirsi e divertire.
Aspettiamo che la famiglia Vigor sia sempre più numerosa e legata attorno a questi ragazzi!

Auguro a tutti voi, a tutti noi, un buon termine ed uno splendido inizio d’anno nuovo!
Ci rivediamo nel 2019, più Vigorosi che mai!

Forza Vigor!

0
0
0
s2sdefault