Olimpia GB vs Under 16 Gold

 

 

Olimpia GB: Roin 4, Scappin 14, Sartoretto 1, Cecchin 12, civiero, Frattin 5, Priore, Ongarato 2, Guidolin, Torre 13, Zuin 4, Dragojevic 2. All. Carniato.

AMB Vigor Conegliano: Gucci 5, Scudeller E., Bergamo 2, Benincà 8, Botteon 3, Ravedoni, Scudeller L. 12, Capogrosso, Ballaben 16, Possamai, Segato, Campolo. All. Carli.

Arbitri: Stabile e Todisco.

Note: Castelfranco TL 6/25, T3pti 1 (Torre). Conegliano: TL 6/20, T3p.ti 2/4 (1 Gucci, 1 Scudeller L.).

E’ il colore del referto che portano a casa i ragazzi di coach Carli al termine dell’incontro d’esordio del campionato dei 2003, che quest’anno sarà Gold.


Sabato pomeriggio, mentre Giove Pluvio aveva deciso che con l’estate era giunto il momento di dire basta, rovesciando fuori del PalaAvenale di Castelfranco tanta acqua da lavare tutti i ricordi di un’estate ormai passata, i nostri ragazzi in campo esordivano per la prima volta in un campionato Gold, promossi al livello superiore dopo la splendida scorsa stagione, culminata con il secondo posto finale.

La partita doveva giocarsi in casa nostra, ma nello scorso week end il Palazzetto ha ospitato la 5
a edizione del Torneo Esordienti intitolato a Carmine Carugno, che quanti di noi hanno avuto l’onore e la fortuna di conoscere sanno che non era solo il custode del Palazzetto, ma di tutti i ragazzi che hanno varcato la porta dell’impianto di via Filzi e questo torneo è il giusto riconoscimento a lui e alla sua adorata Silvana.

Ma torniamo alla partita; un po’ intimoriti, quasi si sentissero “fuori posto”, i nostri under non sono riusciti ad esprimere e mettere in campo tutto ciò che sappiamo sanno fare bene. Dopo una partenza equilibrata nella prima frazione, nel secondo periodo i ragazzi si smarriscono non riuscendo ad attaccare con la dovuta fluidità e organizzazione di gioco la difesa avversaria, perdendosi in troppi possessi personali del pallone e non facendo girare a dovere quel benedetto pallone tra tuti i giocatori in campo; troppo remissivi e arrendevoli in difesa, intimoriti dalla maggiore fisicità dei coetanei avversari e dalla maggiore “fame” (come amano dire i coaches frequentemente) di vittoria del quintetto di casa.

Al rientro dall’intervallo lungo si vedono buoni segnali di ripresa, effetto probabilmente della chiacchierata di coach Carli in spogliatoio, ma dopo essere riusciti a recuperare quasi tutto lo svantaggio, la “fame” viene nuovamente a mancare tra i nostri ragazzi che non mettono la dovuta grinta e precisione in campo per un aggancio e sorpasso che sembrava essere alla loro portata.

La musica non cambia nell’ultimo parziale con i padroni di casa che riescono a incrementare il punteggio raggiungendo la doppia cifra di vantaggio per una vittoria, alla fine, più che meritata per loro, ma noi potevamo fare sicuramente di più.


I primi ad essere consapevoli che si poteva fare molto meglio sono gli stessi ragazzi che da lunedì in palestra prepareranno al meglio il prossimo incontro, per riscattarsi immediatamente. Allora domenica, ancora in trasferta, torneremo a vedere all’opera i nostri quindicenni nel secondo turno di questo girone Gold, facendo visita ai pari età di Motta di Livenza; la palla a due fissata per le ore 17,30. Alla prossima!

 

 

 

 

 

 

0
0
0
s2sdefault