Play Basket Carré: Delgado Dos Santos 8, Mabilia 6, Filippini 16, Caridi 11, Zecchinati 7, Agnolin, Testolin 4, Ceresara, Fongaro, Borgo 21, Grotto 1.  All. Miotti/Bonato/Curiele.

AMB Vigor Conegliano: Vendramelli 10, Piccin 3, Rivaletto 6, Cagnoni 10, Cosmo 9, Spessotto 4, Mariani 2, Tintinaglia, Cinganotto, Rossi 3, Gallera, Bortolini 16. All. Sfriso/Fuser/Francescon.

Arbitri: Gavagnin e Carpanese.

Note: Carrè TL 7/18, T3pti 5/17 (2 Delgado Dos Santos, 2 Mabilia, 1 Zecchinati), fallo tecnico alla panchina. Conegliano TL 11/22, T3pti 4/22 (Vendramelli, Cagnoni, Piccin e Cosmo).

Che quello di Carré non fosse un campo facile lo si sapeva, che il Pizeta Express fosse squadra “rognosa” ed in salute pure, che il forfait last-minute di capitan Cinganotto (comunque presente nei dodici col solito compito di guida spirituale) avrebbe tolto energia alle rotazioni anche, ma ciò nonostante la scarica extra necessaria in queste situazioni per portare a casa la pagnotta purtroppo non è arrivata.

La tripla d’apertura del giovane Piccin, ancora in quintetto base in versione “mastino difensivo” sulla scheggia Mabilia, rincarata un’azione dopo da un canestro di Cosmo sempre oltre l’arco, sembravano presagire il meglio, ma il 6-0 non annichilisce i vicentini che con Borgo ed il loro play tascabile rispondevano immediatamente al fuoco riprendendo la scia.

L’infortunio del #4 di casa in seguito ad uno scontro fortuito con Spessotto a rimbalzo al 5º minuto (che non gli farà più rivedere il parquet), poi, anziché recar danno ha forse responsabilizzato e caricato i ragazzi di coach Miotti che da quel momento iniziano a battersi in tutti i modi procurandosi numerosi secondi possessi col rimbalzo in attacco, specie con Caridi, e tiri dalla lunetta (fortunatamente per noi, spesso sbagliati) che hanno permesso loro di rientrare subito anche dal -5 creato a metà del secondo periodo da una tripla di Cagnoni e da un contropiede di Cosmo e di mantenere il punteggio in equilibrio.

Al rientro dall’intervallo, però, dopo un paio di minuti a cavallo della parità, sui nostri ragazzi si è abbattuto Borgo che, griffando sei punti di fila dopo un canestro di Filippini, ha creato quel mini break di 8-0 che segnerà col senno di poi il risultato.

Bortolini e Rossi prima hanno poi tenuto i propri compagni a non più di due possessi pieni dai fuggitivi, Vendramelli li ha addirittura portati al -1 con 6’ da giocare, ma al rientro dal timeout Zecchinati e Filippini hanno prontamente ristabilito le distanze, stavolta senza possibilità di replica per i nostri.

Peccato! Perché, anche in ottica dei risultati degli altri campi, un referto rosa, oltre ad infondere fiducia, ci avrebbe permesso di guadagnare qualche punto sul gruppone di inseguitrici facendoci chiudere un po’ più allegramente questo girone d’andata.

Ma siamo solo a metà percorso ed il cammino, per quanto fin qui tortuoso, ci permette di guardare con positività e fiducia al girone di ritorno in cui il meglio sarà a nostra disposizione, incluse, speriamo, un pizzico in più di energia positiva e di fortuna.

Sempre e comunque, forza Vigor!

0
0
0
s2sdefault