N.Basket San Doná: Nicolé, Tangherlini 4, Sgorlon 6, Peretti 3, Grandin G. 9, Pavan 4, Grandin A. 18, Tecchiati 14, Ferrari, Scatola 2, Brollo 2, Toniolo 3. All. Bergamo.

AMB Vigor Conegliano: Baldassar 10, Dal Bo 4, Piccin, Dal Pos 4, Tolin 6, D'Agostin 2, Antoniazzi 9, Bragagnolo, Gajo, Tadiotto 2, Spessotto, Vanzella. All. Gerlin.

Arbitro: Granzotto.

Note: San Doná TL2/10, T3pti 3 (2 Grandin A., 1 Toniolo). Conegliano TI 2/14, T3pti 3 (2 Tolin, 1 Dal Bo).

Per la quinta giornata la squadra di coach Michele e del suo vice Federico era impegnata a San Donà di Piave per la terza partita consecutiva contro una delle teste di serie del campionato.


Infatti dopo aver visto Roncade e Motta anche il San Donà si è dimostrata una squadra già strutturata e completa, forse anche più delle due precedenti.

La partenza è stata nebbiosa, come il tempo esterno, e i nostri ragazzi son sembrati spersi in campo e quasi intimoriti dalla solidità e convinzione degli avversari. Tant'è che il 4 a 23 alla fine del primo quarto è eloquente. I ragazzi comunque non hanno alzato bandiera bianca e con 10 minuti di orgoglio hanno chiuso 17-14 il secondo quarto.

Nel terzo quarto, iniziato sul 21-37, i nostri tornano a giocare come nel primo, concedendo molto soprattutto in difesa e attaccando in maniera poco lucida, con troppi palleggi, poco giro di palla, troppe azioni solitarie e diverse palle perse malamente . E così con un parziale di 18-7 il San Donà ha spento ogni velleità con un quarto di anticipo, 55-28 per i padroni di casa.

Nell'ultimo quarto i nostri per la terza volta non superano i 10 punti e ne concedono 20 agli avversari che vincono meritatamente 75 a 37.

In campo la differenza tra le compagini è stata evidente, da una parte una squadra fatta e convinta dei propri mezzi, dall'altra una squadra in costruzione in cerca della propria identità e a volte motivazione. Il coach lo aveva già anticipato a inizio stagione che c'era, e c'è, molto da lavorare e che qualcosa si inizierà a vederlo a gennaio.

Qualcosa si è già visto ma chiaramente non basta. L'importante ora è che i ragazzi non si demoralizzino e che continuino a lavorare seguendo le indicazioni del coach in allenamento per poi ripeterle anche in partita. 

Sabato prossimo altra partita interessante, in casa contro l'Ormelle.

Forza ragazzi! Forza Vigor!

0
0
0
s2sdefault